Pagina Precedente

QUADRO ORARIO ISTITUTO TECNICO

Il diploma di Perito Agrario, dando accesso a numerosi concorsi privati e pubblici, consente di lavorare già al termine degli studi, e consente l’accesso a tutte le Facoltà Universitarie. Dopo il superamento dell’esame di Stato, consente di accedere alla libera professione di Perito Agrario. 

Quadri_orario_Tecnico_geografia png

Percorso Didattico

Il Diplomato in Agraria, Agroalimentare e Agroindustria:

  • ha competenze nel campo dell’organizzazione e della gestione delle attività produttive, trasformative e valorizzative del settore, con attenzione alla qualità dei prodotti ed al rispetto dell’ambiente;
  • interviene, altresì, in aspetti relativi alla gestione del territorio, con specifico riguardo agli equilibri ambientali e a quelli idrogeologici e paesaggistici.

In particolare, è in grado di:

  • collaborare alla realizzazione di processi produttivi ecosostenibili, vegetali e animali, applicando i risultati delle ricerche più avanzate;
  • controllare la qualità delle produzioni sotto il profilo fisico-chimico, igienico ed organolettico;
  • individuare esigenze locali per il miglioramento dell’ambiente mediante controlli con opportuni indicatori e intervenire nella protezione dei suoli e delle strutture paesaggistiche, a sostegno degli insediamenti e della vita rurale;
  • intervenire nel settore della trasformazione dei prodotti attivando processi tecnologici e biotecnologici per ottenere qualità ed economicità dei risultati e gestire, inoltre, il corretto smaltimento e riutilizzazione dei reflui e dei residui;
  • controllare con i metodi contabili ed economici le predette attività, redigendo documenti contabili, preventivi e consuntivi, rilevando indici di efficienza ed emettendo giudizi di convenienza;
  • esprimere giudizi di valore su beni, diritti e servizi;
  • effettuare operazioni catastali di rilievo e di conservazione; interpretare carte tematiche e collaborare in attività di gestione del territorio;
  • rilevare condizioni di disagio ambientale e progettare interventi a protezione delle zone di rischio;
  • collaborare nella gestione delle attività di promozione e commercializzazione dei prodotti agrari ed agroindustriali;
  • collaborare nella pianificazione delle attività aziendali facilitando riscontri di trasparenza e tracciabilità.

Nell’indirizzo sono previste le articolazioni Produzioni e trasformazioni, Gestione dell’ambiente e del territorio e Viticoltura ed enologia, nelle quali il profilo viene orientato e declinato.

Nell’articolazione Produzioni e trasformazioni vengono approfondite le problematiche collegate all’organizzazione delle produzioni animali e vegetali, alle trasformazioni e alla commercializzazione dei relativi prodotti, all’utilizzazione delle biotecnologie.

Nell’articolazione Gestione dell’ambiente e del territorio vengono approfondite le problematiche della conservazione e tutela del patrimonio ambientale, le tematiche collegate alle operazioni di estimo e al genio rurale.

Nell’articolazione Viticoltura ed enologia vengono approfondite le problematiche collegate all’organizzazione specifica delle produzioni vitivinicole, alle trasformazioni e commercializzazione dei relativi prodotti, all’utilizzazione delle biotecnologie.

A conclusione del percorso quinquennale, il Diplomato nell’indirizzo “Agraria, Agroalimentare e Agroindustria” consegue i risultati di apprendimento descritti nel punto 2.3 dell’Allegato A), di seguito specificati in termini di competenze.

  • 1. Identificare e descrivere le caratteristiche significative dei contesti ambientali.
  • 2. Organizzare attività produttive ecocompatibili.
  • 3. Gestire attività produttive e trasformative, valorizzando gli aspetti qualitativi dei prodotti e assicurando tracciabilità e sicurezza.
  • 4. Rilevare contabilmente i capitali aziendali e la loro variazione nel corso degli esercizi produttivi; riscontrare i risultati attraverso bilanci aziendali ed indici di efficienza.
  • 5. Elaborare stime di valore, relazioni di analisi costi-benefici e di valutazione di impatto ambientale.
  • 6. Interpretare ed applicare le normative comunitarie, nazionali e regionali, relative alle attività agricole integrate.
  • 7. Intervenire nel rilievo topografico e nelle interpretazioni dei documenti riguardanti le situazioni ambientali e territoriali.
  • 8. Realizzare attività promozionali per la valorizzazione dei prodotti agroalimentari collegati alle caratteristiche territoriali,nonché della qualità dell’ambiente.

In relazione a ciascuna delle articolazioni le competenze di cui sopra sono sviluppate coerentemente con la peculiarità del percorso di riferimento.

Materie

Generali:

  • Lingua e letteratura italiana.
  • Lingua inglese.
  • Storia.
  • Matematica.
  • Diritto ed economia.
  • Scienze integrate (Scienze della Terra e Biologia).
  • Scienze motorie e sportive.
  • Religione Cattolica o Attività Alternative.

Di indirizzo (primo biennio):

  • Scienze integrate (Fisica).
  • Scienze integrate (Chimica).
  • Tecnologie e tecniche di rappresentazione grafica.
  • Tecnologie informatiche.
  • Scienze e tecnologie applicate.

Secondo biennio e quinto anno, comuni a tutte le articolazioni (anche con lo stesso quadro orario):

  • Complementi di matematica.
  • Produzioni animali.

Secondo biennio e quinto anno, articolazione Produzioni e trasformazioni:

  • Produzioni vegetali.
  • Trasformazione dei prodotti.
  • Economia, estimo, marketing e legislazione.
  • Genio rurale.
  • Biotecnologie agrarie.
  • Gestione dell’ambiente e del territorio.

Secondo biennio e quinto anno, articolazione Gestione dell’ambiente e del territorio:

  • Produzioni vegetali.
  • Trasformazione dei prodotti.
  • Genio rurale.
  • Economia, estimo, marketing e legislazione.
  • Gestione dell’ambiente e del territorio.
  • Biotecnologie agrarie.

Secondo biennio e quinto anno, articolazione Viticoltura ed enologia:

  • Produzioni vegetali.
  • Viticoltura e difesa della vite.
  • Trasformazione dei prodotti.
  • Enologia.
  • Economia, estimo, marketing e legislazione.
  • Genio rurale.
  • Biotecnologie agrarie.
  • Biotecnologie agrarie.
  • Biotecnologie vitivinicole.
  • Gestione dell’ambiente e del territorio.
Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.